Poggioreale, nuovo centro del caglio

pecorino siciliano DOP Alcune caratteristiche organolettiche del pecorino siciliano DOP sono dovute all’utilizzo del latte crudo di pecora e di caglio in pasta di agnello.
Il disciplinare di produzione prevede esplicitamente l'utilizzo di caglio di agnello in pasta per attivare la fase di coagulazione del latte. Il fabbisogno di caglio da parte dei produttori di pecorino siciliano DOP è in aumento, ma oltre al quantitativo, si sente il bisogno di uniformare gli standard di produzione del caglio.
La denominazione d'origine protetta richiede l'utilizzo di materie prime provenienti dal territorio siciliano, anche il caglio deve rispettare questo comandamento. Nel rispetto delle normative vigenti, tutti metodi tradizionali di produzione devono ora mantenere standard sanitari ottimali e, ovviamente standard qualitativi altrettanto elevati.

Partendo da queste specifiche esigenze, l'iniziativa ha visto l'allestimento di un nuovo centro del caglio, uno dei pochi da Roma in giù, sicuramente l'unico in Sicilia.
Come spiega il presidente del consorzio Massimo Todaro, 'Una struttura di questo tipo consente di migliorare la qualità del prodotto e, altrettanto importante, crea opportunità economiche'.
'Alcuni locali del Comune di Poggioreale sono stati concessi in comodato d’uso al Consorzio e grazie al finanziamento dell’assessorato regionale Agricoltura e Foreste siamo riusciti a comprare tutte le attrezzature necessarie'.

Si ringrazia Lorenzo Pagliaroli, produttore di DOP proprio nel comune di Poggioreale e componente del consiglio di amministrazione del Consorzio pecorino siciliano DOP. Grazie ai suoi sforzi si sono ottenute le autorizzazioni dall'assessorato alla Sanità e si è completata la ristrutturazione dei locali comunali nei quali ora viene prodotto il caglio per tutta la Sicilia.